arrow
Storie

Ricotta fresca e vini naturali: tradizioni e prodotti da condividere

Condividere le tradizioni è il modo migliore per raccontarle e proteggerle. In una terra di contrasti come la Sicilia, ci sono realtà produttive che si impegnano a preservare il più possibile l’ecosistema e la biodiversità, assecondando la natura e i suoi capricci.

Valcerasa: vini autentici che ascoltano la natura

Valcerasa, azienda agricola che sorge sul versante nord dell’Etna, è una di queste: un luogo incantevole e ospitale, in cui la gestione agronomica è molto attenta all’ambiente e segue i principi dell’agricoltura biologica. I vigneti sono allevati ad alberello, con utilizzo solo di zolfo e rame: una scelta che richiede la lavorazione manuale, come in passato, ma permette di progredire e ottenere prodotti di ottima qualità, senza stravolgimenti.
I vini di Valcerasa si trovano sempre sulle tavole di Rocca delle Tre Contrade, complice un’amicizia ventennale e l’approccio comune che privilegia la qualità ai numeri. Alice Bonaccorsi gestisce il podere di famiglia con passione e dedizione insieme al marito Rosario, portando avanti la tradizione della viticoltura che è stata tramandata di generazione in generazione.

La Sicilia dei pecorai: una tradizione antica per un prodotto unico

È qui che gli ospiti della villa possono vivere un’esperienza quasi unica, assaggiando prodotti genuini freschissimi come la ricotta di pecora appena fatta.
La ricotta è un prodotto fondamentale della tradizione culinaria siciliana e anche della cucina di Dora. Si può mangiare in tanti modi: fresca, zuccherata per i dolci, al forno, salata, grattugiata sopra la pasta alla norma. Il suo ruolo centrale nelle ricette dell’isola determina l’importanza della figura del pecoraio, una delle professioni più antiche del mondo (pare che le pecore siano state addomesticate, probabilmente in Anatolia e Mesopotamia, tra il 10.000 e l’8.000 a.C), ma sempre più difficile da tramandare perché molto faticosa. Riuscire a mangiare la ricotta fresca, ancora calda, è molto raro ormai: ecco perché Dora e Jon hanno deciso di dare questa opportunità ai loro ospiti.

Un’esperienza indimenticabile, tra cibi genuini e ospitalità mediterranea

Un picnic nello spettacolare scenario di Valcerasa è destinato a diventare un ricordo indelebile: l’Etna e il suo cratere, le vigne antiche, un bellissimo gelso secolare, creano l’atmosfera perfetta per una degustazione sui generis di vini, piatti tipici e ricotta fresca.
Un pranzo informale all’aperto con prelibatezze preparate da Dora, come la caponata, la pasta al forno e le lasagne, calici di Etna Bianco ed Etna Rosso offerti da Alice, ricotta appena fatta dal pecoraio, da mangiare con il cucchiaio.
Gli ospiti, per la maggior parte stranieri, apprezzano particolarmente questo momento: un’occasione speciale per scoprire una tradizione antica e per assaggiare, spesso per la prima volta, un prodotto tradizionale della Sicilia all’apice della sua freschezza.

 

Creare situazioni conviviali e appaganti, che arricchiscano l’esperienza dei loro ospiti, è importante per Jon e per tutto lo staff di Rocca delle Tre Contrade, che si impegnano costantemente a far conoscere e vivere la Sicilia più autentica e genuina.

 

Articoli correlati