arrow
Storie

Il lusso di sentirsi a casa: una dimora da sogno tra l’Etna e il mare

Quello che si prova quando si arriva a Rocca delle Tre Contrade è un grande senso di libertà. Questo gioiello dell’accoglienza mediterranea sorge a Santa Venerina, in cima a una collina privata da cui domina un paesaggio straordinario: da un lato l’Etna con la sua energia e il suo fascino irrequieto, dall’altro il Mar Mediterraneo con la sua immensità e la sua pace. Qui, la natura fa sentire con forza la propria presenza, seduce e conquista, accoglie e rigenera. Jon è l’orgoglioso padrone di casa che ha scelto l’unicità di questo luogo per realizzare il proprio sogno e condividerlo con ospiti da tutto il mondo.

“Il primo pensiero è stato: qui bisogna fare qualcosa, questo è un posto troppo bello, pieno di energia, luce e vento.”

Rocca delle Tre Contrade è una villa-relais dotata di ogni comfort e servizio, ma è soprattutto una casa. È da questo concetto che Jon e i suoi partner sono partiti, quando hanno deciso di ristrutturare l’ex tenuta aristocratica abbandonata e fatiscente di cui si sono innamorati a prima vista. È stato un percorso lungo, un progetto che ha preso forma con il tempo, che ha richiesto pazienza ed è stato portato avanti con la giusta dose di rischio e intraprendenza. Grande viaggiatore per lavoro e per passione, Jon ha saputo cogliere l’opportunità di creare una struttura ricettiva che combinasse perfettamente il lusso della vacanza e il comfort domestico: dodici camere, una piscina a sfioro di 25 metri, il campo da tennis, un orto e un agrumeto, una cucina aperta 24 ore su 24, corsi tenuti da chef internazionali. Ha voluto offrire il meglio della Sicilia, rispettando l’anima della casa e cercando di preservarne il respiro di un tempo, ma ha anche creato un ambiente che lo rispecchiasse, scegliendo in prima persona arredi, decori e opere d’arte, senza l’ausilio di architetti e interior designer: libero dai vincoli dell’esperienza sul campo, ha seguito le proprie intuizioni e idee per costruire e condividere la casa dei suoi sogni.

“Il vero lusso non è tanto il rubinetto d’oro o il marmo, quanto piuttosto gli spazi, la luce, le altezze dei soffitti, cose che non si trovano più.”

Chi sceglie Rocca delle Tre Contrade sa che potrà godere di tutti i benefici e servizi di un albergo di alto livello, come fosse a casa propria: in piscina, nel lettino accanto, non ci sarà mai uno sconosciuto, ma solo amici, parenti o le persone con cui si vorrà condividere la propria vacanza.

“La prima cosa che diciamo agli ospiti è che sono arrivati a casa.”

La cucina gioca un ruolo molto importante in quest’oasi di benessere e relax: Jon ha scelto di proporre ricette della tradizione siciliana con elementi di cucina italiana e internazionale. La persona che porta a tavola queste idee, trasformando principi e filosofia in piatti saporiti, semplici e autentici, è Isadora, detta Dora, la cuoca di Rocca delle Tre Contrade. Custode di una tradizione tramandata da generazioni, Dora coordina la cucina, si occupa della spesa, sceglie gli ingredienti, ascolta Jon, interagisce con gli ospiti e sa come rendere speciale ogni ricetta.

“Abbiamo semplificato i piatti per renderli più puri possibili, senza stravolgerli.”

In primavera e in autunno, ogni anno, gli ospiti di Rocca delle Tre Contrade possono partecipare a corsi di cucina con chef stellati: un’ulteriore opportunità per passare insieme momenti preziosi, guidati da professionisti che mettono a disposizione la propria esperienza, lasciandosi ispirare dalla qualità e dall’abbondanza delle materie prime che solo una terra generosa come la Sicilia è in grado di offrire.

Jon, Dora e tutte le persone che collaborano a questo progetto, sono la famiglia da cui tutti vorremmo essere accolti: discreta, attenta, premurosa, che sa farci sentire a casa lasciandoci vivere un sogno.

 

Articoli correlati