arrow
Ricette

Focaccia rustica di campagna

Altissima, morbidissima, saporitissima: la focaccia rustica di Andrea è una ricetta superlativa per chi ama il pane nella sua versione più gustosa.

Farina, acqua, sale e lievito: solo quattro ingredienti di base per uno dei panificati più eclettici.
La focaccia (dal latino focus “focolare) è come una tela bianca da colorare, arricchire, trasformare, semplicemente seguendo il proprio estro, in base al territorio o alle stagioni.
Dalla genovese alla barese, ognuna con le proprie caratteristiche ben riconoscibili, la focaccia alta o bassa, soffice o compatta, varia da una regione all’altra raccontando l’Italia e le sue peculiarità.

La versione rustica di Andrea è farcita con ingredienti semplici e saporiti, è soffice, si mangia calda, si condivide. Appena sfornata è profumatissima, colorata e altissima: una nuvola di gusto che invita a più di un assaggio.

Procedimento

Impasta velocemente in una ciotola la farina, l’acqua e il malto, fino a quando tutti gli ingredienti si saranno amalgamati. Copri con un panno e lascia l’impasto in forno con la sola luce accesa per 30 minuti. Aggiungi il sale e il lievito sciolto in un po’ d’acqua, continuando a impastare fino a quando anche il sale sarà sciolto. Lascialo riposare ancora un paio di minuti, rovescialo nella spianatoia e lavoralo fino a formare una pagnotta perfettamente liscia.
Metti l’impasto in un contenitore ben oliato, copri e lascia riposare possibilmente a una temperatura di 20/28 gradi per un’ora o fino a quando l’impasto sarà quasi raddoppiato.
Trasferisci l’impasto sul piano di lavoro, spezzalo in due, appiattiscilo leggermente con le mani e dagli la forma di una pagnotta. Fallo riposare 20/30 minuti, appoggialo nelle padelle precedentemente oliate, cospargilo con un filo d’olio e allargalo premendo con i polpastrelli e formando dei solchi, cercando di coprire tutta la superficie.
Lascia riposare per almeno 10 minuti prima di aggiungere i condimenti (pomodorini, olive, cipolla rossa, ecc.), facendoli penetrare nell’impasto con la spinta delle dita.
Fai riposare 50 minuti o fino a quando la focaccia avrà quasi raddoppiato il suo volume.
Preriscalda a 300 gradi il forno statico (senza ventilazione), posiziona le padelle sopra la pietra refrattaria e cuoci a 180 gradi per 45 minuti.
Terminata la cottura, tira fuori dal forno le focacce, staccale con una spatola, appoggiale su una griglia e assicurati che la parte inferiore sia cotta e ben croccante: in caso contrario, inforna per altri 5/10 minuti, lascia raffreddare su una grata e goditi le tue creazioni.

 

Articoli correlati