arrow
Recipes

Gnocchi alla romana

Giovedì gnocchi, venerdì pesce, sabato trippa! Così recita il calendario della cucina romanesca. Come succede però per tante ricette popolari, anche gli gnocchi di semolino, non sono esenti da diatribe e rivendicazioni di appartenenza. Questo perché l’utilizzo del burro tra gli ingredienti trae in inganno essendo storicamente un ingrediente usato nel Nord Italia. A fugare ogni dubbio fu dapprima Pellegrino Artusi, scrittore e gastronomo, padre della cucina italiana, che nel suo storico libro “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene”, li ha inseriti nei 7 piatti dichiaratamente romani e successivamente Ada Boni nel suo libro “La Cucina Romana” ne parla come il piatto d’obbligo per festeggiamenti e ricorrenze. Quindi anche se non è dato sapere chi fu l’inventore, possiamo tranquillamente chiamare gli gnocchi di semolino… gnocchi alla romana!

20 minuti

Tempo di preparazione

15 minuti

Tempo di cottura

Economico

Costo

Media

Difficoltà

Preparazione

Scaldiamo il latte fino alla pre-ebollizione in una casseruola con un terzo del burro, il sale e un po’ di noce moscata. Versiamo a pioggia il semolino e mescoliamo energicamente con una frusta, per evitare la formazione di grumi.
Togliamo la casseruola dal fuoco e incorporiamo i tuorli e il parmigiano mescolando ora con un mestolo.
Stendiamo su una placca da forno pareggiando la superficie con una spatola allo spessore di 1,30 cm circa. Una volta che l’impasto si sarà raffreddato utilizziamo un bicchiere o uno stampo per biscotti per ottere dei dischi rotondi.

Cottura

Disponiamo i dischi su una teglia generosamente imburrata e spolverizziamo la superficie con il pecorino romano, il resto del parmigiano e il restante burro fuso. Cuociamo in forno in modalità combinata ventilato/grill a 180 °C per 15 minuti. 

Conservazione

Conservare in frigorifero in un recipiente ermetico e consumare entro 5 giorni.

Per ridurre i tempi

Per velocizzare il raffreddamento mettiamo un paio di minuti il vassoio nell’abbattitore acceso in modalità conservazione 0 °C. Una volta raffreddato, l’impasto sarà compatto e con un semplice bicchiere potremo ottenere dei dischi perfetti.

Scopri gli abbattitori da incasso ILVE
arrow

Related articles